Football Industry: quando i social scendono in campo

questionmark_socialfootballsummit

Ieri siamo stati a Roma per partecipare alla prima edizione del Social Football Summit, un evento interamente dedicato al mondo del calcio e al digital marketing. La Football Industry è un settore in costante espansione, capace di catalizzare milioni di appassionati e di investimenti, d’altronde non esiste nulla di più virale del calcio!

C’è, dunque, un campionato che non si gioca sul rettangolo verde ma a colpi di tweet, stories e social media campaigns!

È il momento di schierare il nostro 11 titolare, quegli “uomini chiave” in grado di fare la differenza quando si deve progettare una strategy di successo.

Ecco i risvolti più rilevanti del Digital Football marketing:

  1. Da calciatore a influencer

“NON GESTIAMO PROFILI, GESTIAMO ANIME”. Questo deve essere il mantra di un social media manager chiamato a curare la digital image di un giocatore o allenatore.

  1. Non solo strategia, il calcio è emozione

La Football Industry è una experience company. Mai sottovalutare il tifoso, è lui il primo interlocutore, per questo l’emozionalità in un contenuto ha un’incidenza altissima sulle performance del post.

  1. Le potenzialità di Twitter

Twitter è la piattaforma del “what’s happening”, consente di abbattere le distanze tra gli utenti e i diversi attori del calcio e connetterli ad un evento specifico. Non solo live match, Twitter può essere utilizzato anche per interessanti attività di advertising, come ad esempio i pre-roll video ads.

  1. Il valore della territorialità

I tifosi di un club possono venire potenzialmente da ogni angolo del mondo, tuttavia non bisogna sottovalutare la possibilità di implementare meccaniche di engagement sul territorio. Un po’ come ha fatto il Cagliari Calcio: lo scorso ottobre due piccoli tifosi hanno vissuto una giornata insieme ai propri beniamini e preso parte all’annuale foto di gruppo con la società. Un’attività del genere può essere una chiave di successo soprattutto per le società calcistiche più piccole.

Essere umani e rilevanti per i propri tifosi, coinvolgere la fanbase con attività che dall’off-line portano all’online, emozionare: I social media sono uno dei fattori chiave per il successo di un brand e rappresentano uno strumento di business senza precedenti per l’azienda calcio e i suoi attori.