ARRIVERDERCI TARGET

Dimmi quanti anni hai e che lavoro fai e ti dirò chi sei. Fino a qualche tempo fa avremmo potuto sintetizzare così la definizione dei target. Oggi, invece, lo scenario è ben diverso. I parametri socio demografici restano importanti, ma sono i comportamenti che definiscono i pubblici. Conoscere abitudini, passioni e stili di vita ha un valore strategico. I comportamenti, infatti, accomunano persone che, superficialmente, appartengono a target del tutto diversi e creano nuove opportunità.

 

Un esempio? Si pensi agli Harleysti, una community senza limiti di età, una passione che lega ventenni a sessantenni. In sella tutti, più o meno, uguali: giacca di pelle, casco e occhiali da sole. Ma a lavoro? Ognuno torna a essere avvocato, operaio, stagista o manager. E la sera? Qualcuno al cinema con la moglie, altri in discoteca con gli amici, o magari al bistrot. Insomma tutti con comportamenti, abitudini e stili di vita diversi, più o meno lontani da quelli del rider.

 

Si delineano, dunque, personalità fluide che hanno decretato il tramonto del concetto di “personas”. Non è più possibile, infatti, pensare di poter racchiudere in una categoria, o target, una serie di abitudini di consumo e definire un pubblico statico, un prototipo di utente. Il grande limite di questa idea è costituita dalla mancanza di altre prospettive. Uno stesso consumatore, infatti, può essere visto da un altro punto di vista e rientrare in un’altra categoria di persona, o target, del tutto diversa.

 

Le personalità fluide non devono, però, essere viste come un ostacolo, anzi! Rappresentano un’enorme opportunità per le aziende. Il segreto è individuare quei “ponti” che legano le diverse inclinazioni di un soggetto, le sue diverse passioni, i suoi molteplici bisogni. Non si tratta di nessuna opera impossibile, bensì di creare partnership, collaborazioni, azioni, da sviluppare con altri brand che rispecchiano passioni o bisogni diversi da quello che la propria attività può soddisfare. Si tratta di creare una rete che intersechi i mille lati di una persona. Così facendo il rapporto con il brand non si limita al bisogno che soddisfa, o al servizio che offre, ma si estende ad una dimensione più ampia, che va a definire un vero e proprio stile di vita.

 

È finita l’era dei target immutabili, esistono solo persone che selezionano e massimizzano opportunità che le aziende offrono. 

 

Da queste considerazioni è nata l’ultima campagna Wolters Kluwer In Pratica Legale, il portale a supporto dei professionisti del settore legale. Si tratta di una serie di strumenti web che consentono all’avvocato di velocizzare il suo lavoro, potendo contare su fonti certe e facilmente consultabili. Da qui la possibilità di avere più tempo a disposizione per sè e le proprie passioni, che distinguono un professionista dal proprio target di appartenenza: l’avvocato.

 

Wolters Kluwers

No Comments

Post a Comment